adenocarcinoma gastrico

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

adenocarcinoma gastrico

Messaggio  patrizia il Gio Nov 04, 2010 7:43 pm

ed eccomi qui, buonasera a tutti.

con la disperazione tipica di chi ha appena scoperto di avere una persona cara malata di questo "mostro"; si tratta di mia madre, l'unica persona che mi è rimasta al mondo....

ha 75 anni e forse questo aiuta per l'evoluzione della malattia vero?

ha comincato con un disturbo al cuore e tramite gastroscopia le hanno rilevato questa "cosa"....

"mucosa gastrica sede di adenocarcinoma parzialmente ulcerato, a margini rilevati di 1 cm. max"

pari si tratti di un ulcera trascurata a suo tempo e ora degenerata, o in fase di degenerazione; non sappiamo ancora molto anche perchè domani farà la TAC, ma le è stata consigliata l'operazione.

lei sta apparentemente bene, anzi mangia di gusto e non sta dimagrendo; è ancora in piena forza....per cui non capisco e mi auguro che sia una cosa allo stadio iniziale.

Qualcuno di voi ha già vissuto o sta vivendo la mia stessa esperienza? cerco conforto e sostegno perchè io sono una "pessimista cosmica" e il terrore che sto vivendo in questi giorni mi sta debilitando molto tanto che sembra che la malata sia io e non mia madre!

vi prego, per qualsiasi notizia o speranza che possiate darmi al riguardo, vi sarò riconoscente dal profondo dell'anima!

Aiutatemi!

patrizia
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Cara Patrizia...

Messaggio  Ludo87 il Lun Feb 28, 2011 10:50 pm

Spero tu abbia trovato parole rassicuranti altrove in questi tre mesi dal tuo post,
ad ogni modo ti scrivo per raccontarti la mia esperienza.
Non sono stata molto fortunata nella vita sotto molti aspetti,la mia mamma se l'è portata via un tumore benigno al cervello quando avevo 10 anni, e dopo 7 anni di decorso della malattia....
Due giorni prima di lei un altro tumore si era portato via il mio nonno materno,i nonni paterni se n'erano andati ormai da tempo, e la mia nonna, l'unica rimasta, dopo aver perso il marito e l'unica figlia nel giro di due giorni si è lasciata travolgere dal suo alzheimer e non sa più chi sono e chi è.
Detto questo,
io sto bene,ho un bimbo che amo alla follia e mi ha restituito l'amore negato dal destino,ho un fidanzato splendido e il "caso" ha voluto che mi sia imbarcata nello studio della Medicina.
Ci sono momenti in cui mi maledico di "conoscere" certe nozioni e certe percentuali, altri momenti in cui benedico la fede e i miracoli ( si,esistono anche quelli....).
La nonna del mio fidanzato è diventata la mia nonna da anni ormai,mi ha "adottata" come nipotina e io
mi sono lasciata adottare solo da lei nella mia vita.
Come se portassi sulle mie spalle una maledizione, a giugno ha cominciato ad avere difficoltà di digestione,niente di allarmante fino a quando a settembre ha fatto una Tac
i cui risultati sono piombati come macigni sotto i miei occhi che già l'avevano vista perdere peso.
Purtroppo la sua massa di 5 cm ( a giugno inesistente ) era appoggiata,spiaggiata,attenagliata alla vena cava inferiore.
Ci sono momenti in cui avrei voluto non capire nulla di quei fogli, d'altra parte in maniera egoistica ti dico che sono cantenta di aver capito da subito.
Ho lavorato su me stessa per caricarmi di forza,fare riserve per darne un po' a tutti.
A suo marito,insieme a lei da più di 50 anni, a suo figlio,reduce da un infarto, al mio fidanzato, legato a lei come a una madre.
Sono stata egoista perchè mi sono sentita fortunata nel sapere prima che scorte dovevo fare per aiutare questa famiglia,ma soprattutto per aiutare la mia coscienza.
A ottobre ero in ospedale con il marito mentre lei era sotto i ferri, quando il medico ci ha raggiunto ci disse che non si poteva fare nulla,non si poteva togliere nulla, non aveva senso iniziare una cura, e ho visto morire il nonno sotto i miei occhi,morire dentro...
6 mesi al massimo.
Ora è finito febbraio...il tempo sta per scadere, l'unica cosa che abbiamo potuto fare per lei è stata quella di tenerla (in parte) all'oscuro....
Una mezza verità che le ha fatto vivere fino a una settimana fa questo mostro
nella speranza,non potevamo pretendere piu' di questo,per il momento.
La prossima mossa sarà quella di aiutarla ad andarsene in serenità,evitandole il dolore.
Certe realtà dobbiamo affrontarle, dobbiamo prenderle sotto braccio e accompagnarle alla loro meta, non abbiamo il potere di cambiare il punto di arrivo,ma con tanta forza di cuore e di testa possiamo rendere il viaggio più piacevole.
Anche lei ha 75 anni.
Ha vissuto intensamente questa sua splendida vita, i risultati del suo amore sono tutt'intorno a lei,li può vedere,li può abbracciare e baciare.
Non posso darti notizie sulla base di quello che hai scritto,
in realtà di questi tempi dovresti già sapere molto di più...
E' certo un brutto mostro, ma da quanto dici sembra proprio che l'abbiate "beccato"
per tempo...
Tanta forza,tanta speranza....fammi sapere.
Come immaginerai,ti sono molto vicina


Ludo87
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum