affrontare la realtà

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

affrontare la realtà

Messaggio  Raffaele il Ven Ott 22, 2010 12:07 am

Salve a tutti, ho trovato per caso questo forum
ho bisogno di scrivere, di confrontarmi con qualcuno che possa comprendere ciò che sto vivendo
la realtà è che mia mamma sta morendo
l'operazione al seno, la seconda in cinque anni, purtroppo non ha evitato che si formassero delle metastasi al fegato, che ormai risulta irrimediabilmente compromesso, e pare che ci sia un iniziale coinvolgimento delle ossa
i medici che la hanno in cura partiranno domani con dei cicli massicci di chemio ma ci hanno lasciato poche speranze, per non dire nessuna
io e mio padre non abbiamo avuto il coraggio di dirle la verità, crede che la chemio sia una integrazione alla radio che ha già fatto
il punto è che lei ora sta relativamente bene, è intenzionata a lottare e nutre le sue legittime speranze di guarigione
i medici hanno appoggiato la nostra condotta, credendo che possa comunque migliorare la qualità della vita
ho paura, ho paura di cosa dovremo dirle quando comincerà a rendersi conto di ciò che sta accadendo
sono oppresso da sensi di colpa di mille tipi, perchè penso che avrei potuto essere un figlio migliore
ho paura per mio padre, innamorato dopo 34 anni di matrimonio e che è sempre "dipeso" da lei
sono angosciato, mi nascondo in bagno a piangere da solo
come si affronta una simile situazione?


Raffaele

Messaggi : 1
Data d'iscrizione : 21.10.10

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: affrontare la realtà

Messaggio  Patty74 il Gio Ott 28, 2010 1:42 pm

Ciao Raffaele. Qui purtroppo siamo in tanti a poter capire molto bene tutto quello che stai attraversando. Non ti dico "benvenuto" perchè forse sarebbe meglio che ci fossimo incontrati sui un altro forum. Io ho perso mio marito il 30 settembre. Era stato operato per un carcinoma mucinoso del colon, ma aveva molte metastasi epatiche e omentali. Per un anno lo hanno bombardato di chemio, e tutto è stato relativamente tranquillo,tra un sali e scendi di marcatori.Poi ad agosto è stato tutto un tracollo. Lui non sapeva nulla della reale situazione. anche quando lo hanno ricoverato, era convinto che i medici aspettassero l'allargamento dei dotti biliari. Ormai era giallo come un limone e magrissimo, ma lui nonostante fosse ricoverato da 20 giorni, ancora nutriva la speranza di questo allargamento dei dotti per mettere lo stunt, che gli avrebbe scaricato la bile per ridare funzionalità al fegato. Ovviamente tutto questo era stato inventato dai medici per non dirgli che ormai aspettavamo il coma epatico e che si trattava di giorni se non ore. Perchè ti dico questo? Perchè secondo me avete fatto bene a non dire tutto a tua madre. La mia psicologa dice che scatta un meccanismo nella testa di autodifesa, nel quale se ti danno 10 notizie brutte e mezza buona, il cervello capta solo la mezza buona. e' una fortuna altrimenti una persona impazzirebbe. Stai attraversando un momento molto difficile e devi farti forza. Cerca dentro di te perchè vedrai che la forza la trovi perchè anche quando credi di non potercela più fare, invece scavi scavi e in fondo trovi ancora forza. te lo dice una che è sempre stata una fifona, una incapace, una che però quando ha visto l'uomo che amava ammalarsi, ha scoperto di avere più palle (concedetemi il termine) di terminator. Io sai quante volte piangevo in bagno? Sotto la doccia? Ho anche una bimba piccola e dovevo nascondermi da lui e da lei. Sai quante volte piangevo in auto da lavoro all'asilo? e poi a truccarmi dallo specchietto per nascondere il tutto? Piangi con gli amici, piangi fuori casa. Sfogati, ma sii forte per tua madre. Quando i medici gettano la spugna, noi non possiamo far più niente per loro. L'unica cosa che DOBBIAMO fare, è dimostrare che siamo forti così sapranno che se dovranno lasciare questo modno le persone che amano sapranno affrontare tutto il dolore con forza e coraggio. Fai capire a tua madre che tu e tuo padre siete forti, non fatevi vedere disperati, perchè anche se lei crede a cio che i medici dicono, una parte del suo cuore in realtà sa come andranno le cose, anche se la testa rifiuta questo pensiero. e l'unica cosa che può aiutarla ora è la tua forza perchè nei momenti più brutti la tua forza sarà anche la sua. Ti abbraccio forte e ti mando tanta luce e forza.
Patty

Patty74

Messaggi : 10
Data d'iscrizione : 23.07.09

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum