carcinoma scarsamente differenziato

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

carcinoma scarsamente differenziato

Messaggio  annac il Mar Feb 19, 2008 7:10 pm

Ciao a tutti.
Anch'io vorrie scrivere la mia testimonianza, partendo da una ricerca che feci mesi fa su internet " carcinoma scarsamente differeziato "....mi imbattei in alcuni siti, forum ecc...cercando di trovare informazioni al riguardo.
A mio padre, 65 anni, è stato diagnosticato un carcinoma scarsamente differenziato, a origine ignota, il 5 luglio 2007 e il 14 luglio è mancato.
Prima? Da qualche mese si era messo a dieta, e in effetti aveva perso un pò di kg: stava "bene". Poi aveva iniziato a passare notti insonni, ma in effetti poteva essere un periodo passeggero, non era mai stato un grande dormitore.....poi un mal di schiena, in fondo, che aveva a tratti ma che iniziò ad essere persistente.....si decide a fare degli esami (che erano anni che non faceva!): niente! prostata, fegato, esami del sangue vari da cui fu diagnosticato il diabete, in forma lieve, ma presente. Per cui iniziò a mettersi a dieta "da diabete", intanto però il male alla schiena aumentava e non gli dava tregua: da giugno iniziò a dormire in poltrona, peggiorando sempre più, ma ortopedici vari gl idissero che era una grossa contrattura. Solo il 22 giugno una risonanza rilevò una " colata di adenomi ", per tre giorni in ospedale per accertamenti e biopsia. Nel frattempo iniziò a prendere morfina per alleviare il dolore che ormai era perenne e non gl ipermetteva più di riposare.

Il 22 giugno per la prima volta in vita mia sono entrata in un reparto oncologico e mi si è stretto lo stomaco.
Ma tutto questo (per ora tralascio il resto....) mi ha reso partecipe di un mondo fatto di cure, di grandi speranze, di coraggi incredibili, di problematiche varie, di famigliari coinvolti, di diritti e doveri non sempre ben definiti, di umanità, di scarsa sensibilità, di grandi corse alla ricerca del giusto medico e della giusta cura, morfina, fans, chemioterapia, radio......e dell'importanza del confronto, anche se telematico (o forse proprio per quello!).

annac

Messaggi: 75
Data d'iscrizione: 19.02.08
Località: milano

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: carcinoma scarsamente differenziato

Messaggio  roydeste il Ven Feb 22, 2008 6:12 pm

Ciao Anna..
è vero entrare in un reparto di oncologia toglie il respiro..cmq mai in nessun altro luogo si respira tanta voglia di vivere...

Un abbraccio
Rosy

roydeste

Messaggi: 4
Data d'iscrizione: 19.02.08

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: carcinoma scarsamente differenziato

Messaggio  annac il Ven Feb 22, 2008 8:12 pm

si si assolutamente, anzi su questo forse non insisto mai abbastanza: ho conosciuto grandi persone che ce l'hanno fatta alla grande!!!
in paritcolare un ragazzo, vicino di letto di mio padre, colpito da un linfoma....siamo ancora in contatto con lui, che ci tiene aggiornate sulle sue condizioni: sta alla grande!!
e ti dico....quando mio padre è morto, purtroppo mi è spiaciuto che lui l'abbia saputo, praticamente per primo, perchè in quei giorni era stato molto presente, ed è chiaro che quando sei lì ad aspettare di fare delel cure, con l'esito ancora incerto, vedere certe cose è tremendo, il giorno dopo l'ho visto un pò "crollare" e sul serio mi è spiaciuto tantissimo!!

ma come lui, anche l'altro vicino di letto di mio padre. signore di una certa età, che si è ripreso benissimo....e un ragazzo...e altri, molti altri.....

infatti, quello che dopo il primo impatto, che credo sia stato per tutti una stretta allo stomaco, più mi ricordo, è un'energia positiva e propositiva!

annac

Messaggi: 75
Data d'iscrizione: 19.02.08
Località: milano

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

Permesso del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum