RACCONTARE PER GUARIRE

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

RACCONTARE PER GUARIRE

Messaggio  Simona il Ven Mar 21, 2008 4:30 pm

Leggendo questo articolo del Corriere della Sera ho subito pensato a noi, alle nostre storie, al nostro infotumori e a sos tumori. Anch'io credo che scrivere le proprie emozioni, le proprie ansie, le proprie esperienze sia un aiuto preziosissimo, non solo per chi racconta ma anche per per chi legge. Sono segnalati nell'articolo anche due blog ricchi di testimonianze e vissuti sull'esperienza di malattia.

" Si moltiplicano anche in Italia le esperienze di scrittura-terapia«Caro diario…»: raccontare per guarire. Numerosi i laboratori, i blog in rete e le raccolte di testimonianze: la più recente, all’ospedale S.M. Annunziata di Firenze.
Parlare, e poi scrivere, raccontare, esprimere i pensieri, le angosce, le ansie, ma anche le speranze, i miglioramenti, i sogni. Anche così si migliora la qualità della vita, soprattutto dal punto di vista psicologico, ma non solo: molti dati dimostrano, infatti, che riportare su una pagina quanto si sta vivendo mentre si affronta la difficile battaglia contro un cancro aiuta a rinforzare le difese immunitarie e a diminuire il dolore.
Da oltre vent’anni sono in corso, in tutto il mondo, esperimenti di scrittura cosiddetta espressiva o creativa, realizzati nei modi e con gli strumenti più diversi, alcuni dei quali nell’ambito di specifici progetti di ricerca rivolti a varie patologie cronico-degenerative. Ma è nell’ambito dell’oncologia che questa singolare forma di terapia sta trovando la sua massima realizzazione.
PAZIENTI-SCRITTORI - Luisa Fioretto, primario di oncologia medica dell’Ospedale Santa Maria Annunziata di Firenze, ha appena dato alle stampe il volume «Appunti di viaggio», che riporta le testimonianze di alcuni pazienti in diverse fasi della malattia raccolte in un laboratorio che ha iniziato la sua attività nel gennaio del 2007. Ogni capitolo del volume rispecchia alcune tappe, «stazioni» che i pazienti percorrono ogni giorno ed in ogni reparto oncologico: La scoperta, La minaccia, Perché, L’intervento, La chemio, Il corpo che cambia, Stanchezza, Il dolore degli altri, Coraggio, Insieme.
«All’inizio non tutti erano disponibili a scrivere - racconta l’oncologa, - perché alcuni avevano paura di fare i conti con il proprio vissuto, di soffrire ancora di più, di esprimere tutto quello che avevano dentro. Alcuni malati, con il tempo, si sono avvicinati e hanno fatto qualche tentativo, mentre altri si sono limitati a osservare». Tuttavia, coloro che hanno deciso di partecipare in seguito hanno giudicato l’esperienza molto positiva, da diversi punti di vista. Prosegue Luisa Fioretto: «Oltre alla condivisione del dolore e della paura, mettere per iscritto una massa talvolta indistinta di pensieri aiuta a razionalizzare la malattia, e ad affrontarla con maggiore serenità. Inoltre lo scambio di esperienze, stando a quanto riferito, è servito a far nascere nuove amicizie e a far comprendere anche ai parenti che cosa significa vivere un tumore in prima persona. Narrare la propria vita è un’esperienza comune a ogni essere umano, un’esperienza che permette di affrontare coscientemente ciò che accade e di condividerlo con gli altri».
La seconda fase, spiega l’oncologa, prevede la raccolta dei dati riguardanti una serie di parametri (tra i quali l’adesione al trattamento e la comunicazione con lo staff curante) e la successiva elaborazione, al fine di quantificare quelle che fino a ora sono soltanto sensazioni e testimonianze dei partecipanti.
L’ESPERIENZA AMERICANA - Qualcosa di analogo è stato fatto nello stesso periodo anche da un gruppo di oncologi della Georgetown University di Washington, che ne hanno riferito sulla rivista The Oncologist. I medici sono infatti andati nell’ambulatorio di una clinica oncologica e hanno chiesto ai presenti, senza preavviso, di scrivere qualcosa sulla loro personale esperienza. Dei 98 malati, 71 hanno accettato e, grazie a un questionario compilato subito dopo, è stato possibile dimostrare che un paziente su due riferiva che scrivere aveva cambiato il modo di considerare la malattia; dopo tre settimane i partecipanti la pensavano ancora così e mostravano netti miglioramenti della qualità della vita.
PROGETTI IN RETE E SU CARTA - Anche in Italia sono ormai numerose le iniziative in tal senso. Tra le molte, va segnalata quella on line ideata da Manuela Bilingardi (http://sottolavocecancro.myblog.it), un vero e proprio blog nel quale i malati raccontano quello che stanno vivendo e confrontano le proprie esperienze, e il progetto UCare della Fondazione Giancarlo Quarta, avviata nello scorso mese di dicembre con un apposito sito (www.ucare.it) nel quale i malati possono esporre la propria storia o leggere quella degli altri pazienti che hanno avuto voglia di raccontarsi. Anche la Fondazione Quarta ha all’attivo varie pubblicazioni, l’ultima delle quali è un libro di racconti che distribuisce gratuitamente dal sito, intitolato «Quello che i medici non sanno», a cura di Germano Calvi. Ma il progetto è più ambizioso, e prevede anche seminari di scrittura e l’invio sul territorio di biografi che aiutino i malati a scrivere. UCare sarà poi integrato da 4care («prendersi cura»), un modulo dedicato ai medici, che potranno così narrare le proprie esperienze e ascoltare quelle dei colleghi, interagire e accedere a corsi di formazione. "
Agnese Codignola
21 marzo 2008

Simona

Messaggi : 92
Data d'iscrizione : 19.02.08
Età : 36
Località : SOLARO (MI)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: RACCONTARE PER GUARIRE

Messaggio  Simona il Ven Mar 21, 2008 4:36 pm

Per una più rapida consultazione dei due blog citati dal Corriere della Sera:

http://www.corriere.it/openxlink.shtml?http://sottolavocecancro.myblog.it

http://www.corriere.it/openxlink.shtml?http://www.ucare.it/

Il primo è uno spazio dedicato interamente ai malati di cancro, il secondo è più generico.

Simona

Messaggi : 92
Data d'iscrizione : 19.02.08
Età : 36
Località : SOLARO (MI)

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Raccontared per guarire.

Messaggio  Ferdinando il Ven Mar 21, 2008 10:06 pm

Mi hai preceduto di poco, infatti al mio rientro dal D.H. sono passato, come ogni giorno, su sportello cancro ed ho letto l'articolo di A. Codignola e subito ho pensato ad un post sul nostro info dove sono entrato ma vi ho trovato la lieta sorpresa del tuo "raccontare per guarire". Penso che la segnalazione interesserà tutti e la conferma verrà se entreranno sui due siti indicati: io l'ho fatto e non ti nascondo che mi ha fatto piacere. Anzi, tanto per dirla tutta, mi sono iscritto alle news di tutti e due, mentre a www.ucare.it ho inviato anche la mia storia (una sintetica...sintesi che spero sarà inserita tra i contributi dei "pazienti" anche se, come dire, è un pò fuori dal...coro! Vedremo. Intanto caldeggio la visita ai due siti e qualcuno di quelli che danno il tu all'informatica non potrebbero trovare il modo di fare inserire tra i loro link anche infotumori?
A presto e...
Ferdinando

Ferdinando

Messaggi : 111
Data d'iscrizione : 20.02.08
Età : 75
Località : Roma

Vedere il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: RACCONTARE PER GUARIRE

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permesso di questo forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum